Un pomeriggio qualunque a Foz

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Al pomeriggio, dopo la visita alle cascate dell’Iguazú, ci sono le escursioni facoltative, che io non ho comprato. Chiedo alla guida turistica di lasciarmi a Foz do Iguaçu, la prima città oltre il confine brasiliano. Con me scendono Matias, un argentino di Santa Fé di 38 anni, e Mark, un londinese di 24 anni. C’è il sole, il cielo è azzurro e nessuno di noi ha voglia di tornare in albergo, un casermone anonimo in mezzo al nulla.

Camminiamo insieme per le strade senza una meta. La città non è niente di speciale, e proprio per questo mi pare interessante. È un sabato pomeriggio qualunque, ci sono i negozi aperti, qualcuno per strada ci saluta. Tutti si accorgono che siamo stranieri.

Continua a leggere