Un pomeriggio qualunque a Foz

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Al pomeriggio, dopo la visita alle cascate dell’Iguazú, ci sono le escursioni facoltative, che io non ho comprato. Chiedo alla guida turistica di lasciarmi a Foz do Iguaçu, la prima città oltre il confine brasiliano. Con me scendono Matias, un argentino di Santa Fé di 38 anni, e Mark, un londinese di 24 anni. C’è il sole, il cielo è azzurro e nessuno di noi ha voglia di tornare in albergo, un casermone anonimo in mezzo al nulla.

Camminiamo insieme per le strade senza una meta. La città non è niente di speciale, e proprio per questo mi pare interessante. È un sabato pomeriggio qualunque, ci sono i negozi aperti, qualcuno per strada ci saluta. Tutti si accorgono che siamo stranieri.

Continua a leggere

Alle cascate dell’Iguazú

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

No, alle cascate dell’Iguazú non ci volevo andare, in primo luogo perché sono troppo fuori mano rispetto al mio itinerario di viaggio (si trovano nell’estremo nord-est dell’Argentina, al confine con il Brasile e il Paraguay), in secondo luogo perché non volevo comprare un tour organizzato. A me piace il fai-da-te, mi fa sentire libera.

Poi è successo che lunedì scorso, mentre ero a Paraná, ho accompagnato Francesca a ritirare il suo biglietto per Iguazú. E mi è venuta voglia di andare con lei. Continua a leggere